Librerie che aprono: DeriveApprodi al Pigneto

di

Librerie che chiudono, ma  anche librerie che riaprono o aprono: sabato scorso quella di Tor Bella Monaca, voluta fortissimamente da Alessandra Laterza, domenica prossima al Pigneto il Radical Bookshop di DeriveApprodi, casa editrice critica e movimentista guidata da Sergio Bianchi, che quest’anno ha fatto anche parlare di sé per un curioso corso in 10 lezioni (online) sull’Autonomia Operaia.

Annunciata da tempo, l’apertura del nuovo spazio a via Pesaro è stata anticipata da “mesi di tribolati preparativi”, spiega la casa editrice, che parla di “microliberia che vuole essere ben più di un negozio”. E per l’occasione, il 18 settembre sarà una giornata di dibattiti e anche eventi musicali, che comincerà alle 12, con l’ingresso del pubblico tra gli scaffali e, dalle 13.30 il pranzo curato da Lo Yeti, un caffè-libreria del quartiere (che curerà anche la cena delle 20). La musica sarà affidata, alle 14.30, al Duo Puglielli.

Alle 16 verrà presentato il libro “la svolta ecologica” di Enzo Scandurra, docente di urbanistica alla Sapienza e saggista. Alle 18 sarà la volta di “La polizia della storia” di Paolo Persichetti, ex militante delle Brigate Rosse, poi giornalista e saggista. Mentre alle 21 sarà proiettato “Assomoud – House of The Resilient”, un documentario di Francesca Zonars sulla comunità dei rifugiati palestinesi in Libano.

14-09-2022 | © Riproduzione riservata

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*